SCOPRI IL MIO E-BOOK DI RICETTE VEGANE

Come fare una zuppa di verza e patate perfetta

zuppa invernale di verza e patate

La zuppa di verza e patate è un primo piatto naturalmente vegetale, caldo, sostanzioso, nutriente e che scalda l’animo. Facile da preparare, buonissima e “light”, è anche naturalmente senza glutine. Preparatela durante tutto il periodo autunno/inverno, magari arricchita da qualche crostino croccante, oppure accompagnata a del buon pane casereccio.

Io sono super fan delle zuppe! Ogni anno, non vedo l’ora che l’estate ceda il passo all’autunno per iniziare a prepararle. Anche voi siete amanti di zuppe, vellutate e minestre come me? Io le mangerei ogni sera, da ottobre a marzo, per buona pace di Mattia 🙂

Il cavolo verza è un ortaggio che molti faticano a mangiare, che si acquista poco e si cucina di rado. Forse complice il suo odore da cotta non proprio gradevole? In ogni caso, questa ricetta è un’ottima scusa per iniziare a consumarla con maggior frequenza perchè fa benissimo! La verza è infatti una formidabile alleata antitumorale e antinvecchiamento, ricca di vitamina K (ma anche A, C ed E), e di potassio, ottimi per la salute del nostro sistema cardiovascolare.

Inoltre, si tratta anche di un piatto saziante e decisamente economico perchè riunisce ingredienti semplici, come la verza e le patate, le cime di rapa e i fagioli cannellini. Insomma, un vero boost per fare il pieno di ingredienti sani, freschi e di stagione.


Questa zuppa saporita, dal sapore intenso e rustico, è molto simile alla Ribollita. La ribollita è un’altra zuppa che adoro, calde e confortevole, perfetta quando fuori è freddo e abbiamo voglia di scaldarci un po’.

Se vi piacciono zuppe e minestre, non perdetevi il mio orzotto cremoso con la zucca, la minestra di miglio e borlotti, e lo stufato di lenticchie.

Ma la verza non è solo buona da essere mangiata nelle zuppe, lo sapete che ci si possono fare anche delle sorta di cotolette? Qui per la ricetta.

zuppa invernale di verza e patate

Come preparare la zuppa di verza e patate perfetta

Ci sono pochi passaggi per rendere una zuppa, una vellutata o una minestra davvero perfette. Tuttavia, non per questo sono poco importanti, vediamoli insieme.

Innanzitutto occorre partire dal soffritto: non pensate di saltarlo! Infatti, le verdure vanno ben insaporite prima di aggiunger acqua o brodo. Quindi carota, sedano e cipolla (o aglio se vi piace), e non dimenticatevi le erbe aromatiche. Salvia, rosmarino e alloro sono le mie preferite, e mi preoccupo sempre di averne di fresche in frigorifero.

Anche le spezie sono delle alleate per dare un sapore unico alle nostre preparazioni. Però vanno ben dosate e scelte con cura in base alla preparazione. Per esempio, ceci e lenticchie stanno bene con il curry e il cardamomo, mentre le patate e gli spinaci con la noce moscata. Invece, cavolfiori, cavoletti di Bruxelles e finocchi si accompagnano a cumino o coriandolo. La zucca, poi, sta benissimo con la cannella, i chiodi di garofano e lo zenzero. Insomma, ce n’è da sbizzarrirsi e vi consiglio di provare a mixare i vari sapori: magari scoprirete degli abbinamenti pazzeschi che vi piaceranno da matti.

Aggiungiamo quindi le verdure e i legumi

Al soffritto così bello insaporito, aggiungiamo le verdure che abbiamo scelto, tagliate a pezzi. Se vogliamo, possiamo anche utilizzare dei legumi per la parte proteica della ricetta. Per me, non c’è zuppa o vellutata che tenga senza legumi 🙂 li metto sempre! Se usate legumi precotti, quelli in vasetto per capirci, vi consiglio di aggiungerli a metà cottura, quando le verdure saranno già un po’ tenere. Se, invece, partite da quelli secchi dovrete reidratarli in anticipo e cuocerli a parte, quindi aggiungerli alla zuppa sempre a metà cottura.

Acqua o brodo vegetale?

Personalmente, io le zuppe le preparo sempre con l’acqua cui aggiungo una presa di sale grosso. A meno che non abbia in casa delle scorte del mio dado vegetale. In quel caso utilizzo quello perchè per me è davvero perfetto, bilanciato e saporito il giusto. Non lo acquisto mai, se proprio non lo ho in casa vado di acqua e sale.

In ogni non esagerate con l’aggiunta di liquido perchè il sapore delle verdure dev’essere concentrato e deciso. Alla peggio, potrete sempre aggiungere un po’ d’acqua verso la fine se si asciuga troppo.

A questa ricetta aggiungo anche della passata di pomodoro, perchè dona sapore, e colore. Facciamo cuocere lentamente a fuoco medio-basso per 30 minuti almeno, aggiustando di sale e aggiungendo acqua se serbe.

A questo punto siamo pronti per gustare la nostra zuppa di verza e patate, con l’aggiunta di un filo d’olio evo, e una fetta a testa di pane casereccio abbrustolito in padella.

zuppa invernale di verza e patate

Come fare una zuppa di verza e patate perfetta

La zuppa di verza e patate è un primo piatto naturalmente vegetale, caldo, sostanzioso, nutriente e che scalda l'animo. Facile da preparare, buonissima e "light", è anche naturalmente senza glutine. Preparatela durante tutto il periodo autunno/inverno, magari arricchita da qualche crostino croccante, oppure accompagnata a del buon pane casereccio.
Preparazione 10 minuti
Cottura 30 minuti
Tempo totale 40 minuti
Portata Cena, Piatto unico, Portata principale, Primo, Zuppa
Cucina Italiana
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

  • Mezzo cavolo verza
  • 300 g patate (pesate a crudo senza buccia)
  • 400 g cime di rapa (pesate a crudo)
  • 1 lattina di fagioli cannellini scolati e sciacquati
  • 600 ml ml d’acqua + qb se serve
  • 150 ml passata di pomodoro
  • Sale
  • Pane casereccio per servire

Per il soffritto

  • Mezza cipolla dorata
  • 1 carota
  • Mezza costa di sedano
  • Rosmarino, salvia e alloro
  • Olio evo e sale

Istruzioni
 

  • Parti dal soffritto, rosolando sedano, carota e cipolla, aggiungendo le erbe aromatiche. Quando sarà tutto ben insaporito, aggiungi le patate tagliate a cubetti e la verza a striscioline
  • A parte sbollenta le cime di rapa per 5 minuti, quindi scolale e tritale grossolanamente al coltello. Aggiungile al resto delle verdure
  • Aggiungi acqua, sale e passata di pomodoro alla zuppa, porta a bollore, quindi metti il coperchio e abbassa la fiamma
  • A metà cottura aggiungi i fagioli cannellini
  • Lascia cuocere il tutto dolcemente a fuoco medio-basso per 30-40 minuti, aggiungendo acqua se si asciuga troppo
  • Abbrustolisci in padella delle fette di pane con olio evo, e aggiungi una fetta per piatto al momento di servire

Note

La zuppa di verza e patate si conserva per 3-4 giorni al massimo, chiusa in un contenitore in frigorifero. Si può congelare.
Keyword cannellini, cavolo verza, cime di rapa, inverno, minestra, patate, verza, zuppa
Non dimenticare di lasciarci tante stelline qui sotto

2 risposte

  1. Nella lista degli ingredienti compaiono 400gr di cime di rapa è obbligatorio aggiungerle si possono sostituire con biete ?
    Grazie francesca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




Ti è piaciuta la ricetta? Condividila su:
Ricevi
SUBITO GRATIS

la guida sull’autoproduzione di latte vegetale (con 6 ricette), e sulla sostituzione delle uova in cucina.