SCOPRI IL MIO E-BOOK DI RICETTE VEGANE

Strudel di mele vegan | Senza uova e senza burro

strudel di mele

Da buona trentina, non posso non amare lo strudel di mele vegano. In assoluto tra i miei dolci preferiti, lo preparo spesso durante il periodo autunnale quando ci sono le mele di stagione, sode e succose.

In questo articolo vi spiego come preparo la pasta matta tirata, un impasto molto elastico che si tira sottile, perfetto per avvolgere il delizioso ripieno fatto di mele, pinoli e cannella. Uno spettacolo cui nessuno saprà resistere. Per una versione ancor più semplice e veloce, potete utilizzare la pasta sfoglia già pronta ma non sarà la stessa cosa 😉

Lo strudel di mele è un dolce tipico del Trentino Alto Adige, ma talmente buono che conosciuto in tutto il mondo. Una ricetta molto amata, perchè sa di casa, di tepore, di nonne, e poi è davvero semplicissima e richiede pochissimi ingredienti. Probabilmente, mentre leggete questo articolo, li avete già in casa. Preparatelo per una merenda da condividere, insieme ad una tazza di tè bollente.

Le mele più adatte per fare lo strudel vegan sono le renette e le golden.

Se cercate altre idee sfiziose per usare le mele nei dolci, vi consiglio i miei fagottini di pasta sfoglia e questo plumcake morbidissimo al cacao

strudel di mele

Come fare in casa lo strudel di mele con la pasta matta tirata

Innanzitutto, occorre riunire in una ciotola gli ingredienti per la pasta tirata: farina, zucchero, olio, acqua e sale. Tutto qui. Bisogna lavorare l’impasto per qualche minuto, eventualmente trasferendosi su un ripiano da lavoro infarinato. Ciò che dobbiamo ottenere è un impasto liscio, elastico, morbido e non appiccicoso. Per un risultato ottimale saranno necessari circa 5 minuti di polso per impastare. Se avete l’impastatrice, potete usare quella.

Ora lo dobbiamo tirare al matterello davvero sottile, circa 1 mm massimo 2. Infarinate la superficie che usate per tirarlo così sarà più semplice, ma se avete fatto bene non sarà necessaria troppa farina perché l’impasto non è appiccicoso. C’è chi lo tira direttamente su di un canovaccio infarinato, come preferite.

A questo punto possiamo farcirlo al centro con il nostro ripieno, e farlo rotolare da un lato fino a chiuderlo completamente. Trasferitelo su di una teglia foderata di carta forno, facendo attenzione che la chiusura dello strudel sia verso il basso.

strudel di mele
strudel di mele

Strudel di mele vegan | Senza uova e senza burro

Lo strudel di mele è un dolce tipico del Trentino Alto Adige e dell'Austria, molto semplice e delizioso, che conquisterà il palato di tutti.
Preparazione 15 minuti
Cottura 30 minuti
Tempo totale 45 minuti
Portata Dolci
Cucina Altoatesina
Porzioni 1 strudel

Ingredienti
  

Per la pasta matta tirata

  • 200 g farina tipo "00", "0", "1" oppure di farro bianca va bene anche tipo 2 ma bisogna spezzarla con la 0
  • 30 g olio di semi
  • 85 g acqua a temperatura ambiente
  • 3 cucchiaini di zucchero
  • Un pizzico di sale

Per il ripieno

  • 4 mele Golden o renette
  • 3 cucchiaini di zucchero
  • 1 manciata di uvetta io non le metto perchè non le amo ma ci andrebbero
  • 2 cucchiai di pinoli o gherigli di noce tritati
  • Mezzo limone spremuto
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 cucchiaio di marmellata a scelta per me di frutti di bosco o di prugne

Istruzioni
 

  • Tagliate tutte le mele a pezzetti e mescolatele insieme a zucchero, cannella, pinoli e succo di limone.
  • Impastate tutti gli ingredienti per la pasta per qualche minuto su un piano da lavoro, usando il polso per lavorare bene l’impasto finché diventa morbido, elastico e liscio. Basteranno 5 minuti.
  • Stendete l’impasto con il matterello dello spessore di 1 mm, infarinando il ripiano se serve. Trasferitelo su un foglio di carta forno e spennellatelo con la marmellata a piacere.
  • Versate al centro le mele e sistematele per il lungo. Chiudete lo strudel facendolo rotolare nella carta forno, tenendo la chiusura del dolce verso il basso.
  • Spennellate la superficie con bevanda vegetale, un po’ di zucchero e praticate qualche piccolo taglietto.
  • Cuocere a 190 gradi statico per 30-35 minuti circa. Spolverate di zucchero a velo e servite.

Note

Lo strudel si conserva fuori frigo sotto una campana di vetro o chiuso in un contenitore per un paio di giorni. 
Potete utilizzare anche le pere, in sostituzione delle mele.
Accompagnate lo strudel ancora caldo con un ciuffo di panna montata e una pallina di gelato alla vaniglia. 
Keyword alto adige, cannella, mele, strudel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




Non dimenticare di lasciarci tante stelline qui sotto
Ti è piaciuta la ricetta? Condividila su:
Ricevi
SUBITO GRATIS

la guida sull’autoproduzione di latte vegetale (con 6 ricette), e sulla sostituzione delle uova in cucina.